Salute e Belezza – HeinzTattoo.it

Portale non solo per donne, moda, bellezza, cosmetici, blog e molti altri. La tua fonte d'ispirazione. Dieta, dimagrimento, fitness, psicologia e sesso.

Face training: ginnastica facciale

Face training: ginnastica facciale


Esercizi di ginnastica per il viso

La ginnastica per il viso

Anche la pelle del viso con il tempo perde tono e elasticità: basta però eseguire pochi esercizi ogni giorno per contrastare i segni del tempo e tenere allenati i muscoli facciali del viso.
Vediamo quali sono le parti da allenare e con che esercizi:

Occhi: Questa parte del viso è molto delicata e per questo soggetta a segnarsi e a formare pieghe e rughe anche premature. Per uno sguardo rilassato bisogna fare degli esercizi mirati per drenare il viso: per le palpebre e il contorno occhi, spalancare  gli occhi con le dita tenendo l’indice sull’arcata sopraccigliare e il pollice sotto gli occhi, chiudere le palpebre lentamente, strizzarle resistendo alle dita e rilasciare lentamente. Per la fronte invece, appoggiare i polpastrelli sull’arcata sopraccigliare e spostare la pelle verso il basso; con la fronte, spingere verso l’alto facendo resistenza al movimento delle dita. Ripetere per circa25 volte.

Guance e bocca: Per evitare che guance e zigomi si sgonfino ci sono tre  esercizi semplici ma efficaci. Il primo consiste nel tenere le mani sulla bocca e buttare fuori l’aria con forza per circa tre volte. Per il secondo esercizio, basta afferrare il labbro superiore e tirarlo verso l’esterno e verso il naso per circa 10 volte. Infine aprire la bocca formando una “O” e spingere le labbra fuori il più possibile per poi ritirarle indietro per almeno 5 volte.

Doppio mento: Con il passare del tempo questa parte del volto assume un antiestetica piega cutanea. Per contrastarne il rilassamento, spingere i palmi delle mani l’uno contro l’altro davanti allo sterno con i gomiti all’altezza delle spalle e le punta delle dita verso l’interno per circa 50 volte. Ispirare e portare il mento verso le spalle verso il basso. Espirare e portare il mento verso il petto, inspirare ancora e tornare nella posizione precedente e finire l’esercizio portando la testa indietro.

Rate this post